shqiponatIl gruppo Shqiponjat, tradotto dall'albanese: Aquile, nasce nel 1994 nella zona più interna della Calabria e da allora continua, con costanza e alternanza di nuovi volti, nel suo percorso di folklore e cultura musicale, portando con sé non solo la tradizione del paese di origine: S. Sofia d'Epiro, ma soprattutto l'arte, l'emozione, la bellezza del costume e la passione delle danze oltre mare. 

.

Il giorno giovedì 9 marzo, nel Teatrino del Liceo Italo - Albanese di San Demetrio Corone, si è tenuta la presentazione dei primi tre volumi dell’Opera Omnia di Girolamo De Rada ( Paraqitja e tre Vëllimet e parë nga Veprat e Plota e Jeronim De Radës ). All’importante evento hanno preso parte personalità illustri del mondo letterario e politico.
.

Si commemora domani, sabato 18, la giornata degli "invisibili", l'appuntamento religioso più caratterizzante, partecipato e sentito negli stanziamenti albanesi di confessione cattolica ma ancora legati alle tradizioni della Chiesa orientale di rito bizantino. Una commemorazione nel corso della quale si accentua, ancora di più della ricorrenza latina del due novembre, il legame costante con chi ha lasciato questo mondo per sempre.
.

Ragazze di CerzetoSi è svolto venerdì mattina 24 febbraio ‘06 presso l’aula magna dell’Unical un importante convegno legato alla celebrazione della “Giornata
Internazionale della Lingua Madre” che, come stabilito dalla XXX Sessione della Conferenza generale dell’Unesco nel 1999, su sollecitazione del Bangladesh, si tiene il 21 febbraio di ogni anno. (Foto di J. Fusca)
.

Da sabato 18 febbraio 2006, sul settimanale a diffusione regionale Mezzoeuro, che si pubblica a Rende, con cadenza mensile e per un anno, uscirà una pagina intera dedicata agli arbëreshë ed alle altre minoranze grika ed occitana presenti in Calabria. Si tratta di un esperimento che potrà continuare nel futuro soltanto se l'editore rileverà un interesse da parte dei lettori. Chi vuole potrà collaborare inviando foto, articoli, disegni, notizie ecc. all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La rubrica è curata da Gianni Belluscio & Nicola Bavasso.

 

 

.

 Particolare dell’opera “entrata in paradiso”  cm. 40X50 gennaio 2005 (foto: Domenico Blaiotta)Gentile Dottor Romano,
non so se Lei ha avuto il piacere di conoscere il grande pittore, di origine Albanese e Italiano d'adozione, Maestro Ibrahim Kodra, che ci ha lasciati il giorno 7 febbraio u.s.; se non lo ha conosciuto, sono certo che, senz'altro, ne avrà sentito parlare, soprattutto per il suo grande talento artistico, che gli permise di guadagnare importanti riconoscimenti in tutto il mondo.
Ma non è di questo che voglio scrivere, anche perchè mi mancherebbe la necessaria competenza, quanto sottolineare la grande umanità di un “Uomo” che ha saputo - a modo suo - essere un punto di riferimento della Diaspora albanese nel mondo.

Nella foto: particolare dell’opera “entrata in paradiso”  cm. 40X50 gennaio 2005 (foto: Domenico Blaiotta)

.

 Skanderbeg, nacque nel 1405 (la data è incerta) da una delle famiglie più importanti dell'Albania feudale dell'epoca, quella dei Castriota. Il nome di battesimo impostogli fu Giorgio, quindi, prima che gli straordinari eventi che racconteremo più avanti lo affidassero ai posteri come Skanderbeg, egli si chiamava "Gjergj Kastrioti". ll padre, Giovanni Castriota era signore di Kruja, e intratteneva stretti rapporti di amicizia con la Repubblica di Venezia. All'epoca la piccola Albania era una zona strategicamente importante, era la terra di confine con il pericoloso impero turco che regolarmente tentava di espandersi a occidente, con l'ambizione di invadere i balcani, l'Italia e naturalmente Roma. Giovanni Castriota, per anni aveva contrastato l'avanzata degli Ottomani, contando anche sull'appoggio della Serenissima, ma arrivò anche per Kruja il momento terribile della resa. Il Sultano Murat pretese un ingente tributo e la consegna dei suoi quattro figli maschi. Così all'età di 9 anni (ancor più piccolo secondo alcune fonti) Giorgio Castriota fu allontanato dalla sua famiglia e dal mondo cristiano.

.

Ka sënduqi...

ATTUALITÀ

Giovedì, Novembre 18, 2004 Luigi Boccia Chiesa e Religione 7410
Discorso pronunciato da S.E. il Card. Camillo...
Lunedì, Gennaio 23, 2006 Luigi Boccia Chiesa e Religione 11302
Secondo la tradizione, i territori dell’attuale...

LA LINGUA - GJUHA JONE

Domenica, Novembre 13, 2005 Luigi Boccia Grammatica 24084
Pagina in allestimento Seleziona la lettera dal menù qui accanto ==> .
Martedì, Marzo 07, 2006 Pietro Di Marco Aspetti generali 11037
E ardhmja e natës agimi. Ti e prite. E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove. E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të. E ardhmja e mbrëmjes...