Civita: poesia italiana in albanese

Scritto da Besa/Roma il . In Civita - Çifti

A Civita, in occasione delle tradizionali Vallje di Pasqua, su iniziativa del Comune e dell’Associazione culturale “Gennaro Placco”, alla presenza dell’Ambasciatore di Albania presso il Quirinale L. Kola e del Ministro consigliere per la cultura V. Zhiti, è stata illustrata l’antologia della poesia italiana contemporanea curata da Pierfranco Bruni, tradotta in albanese da Caterina Zuccaro (“D’una o dell’altra riva di questo mare – Nga njëri breg a tjetri i këtij deti”). Il volume è stato edito dal Comitato Nazionale per le Minoranze Linguistiche del MIBAC.
.

Uno studio su Scanderbeg Cristiano, Occidentale e Tradizionalista

Scritto da P.F. Bruni il . In Varie

Il Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi” pubblicherà, nei prossimi mesi, uno studio sulla figura e sull’opera di Giorgio Castriota Scanderbeg (1405 – 1468) Un personaggio che ha combattuto per difendere la storia, la cultura e i valori cristiani. Un baluardo che ha combattuto gli Ottomani per difendere la civiltà Occidentale. Oggi le sue imprese si presentano di grande attualità ma aiutano anche a capire le antiche contraddizioni vissute in quel Mediterraneo e in quell’Adriatico che hanno toccato come “nervi scoperti” la storia cristiana e la storia musulmana.
.

Video–documentario in occasione del 2 aprile V anniversario della morte di San Francesco di Paola

Scritto da CSRBRUNI il . In Varie

Pubblicazione e Video – documentario in occasione del 2 aprile  V  anniversario della morte di San Francesco di Paola Il Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”, diretto da Pierfranco Bruni, in omaggio a San Francesco di Paola,  ha realizzato uno studio e ha promosso un Video (Rai – Programmi dell’Accesso)  su San Francesco di Paola a 500 anni dalla morte. .

Percorsi della poesia italiana contemporanea in albanese

Scritto da I. C. Fortino il . In Civita - Çifti

invitocvitaCircostanza

Il martedì dopo Pasqua, a Civita da data immemorabile, si celebrano le "Vallje" - una tipica danza accompagnata da canti eseguita da gruppi vestiti in costume albanese. Si pensa risalgano al periodo delle emigrazioni (sec. XV), per celebrare, in particolare, una vittoria di Scanderbeg sul Sultano. In seguito le "Vallje" hanno rappresentato un momento celebrativo dell'etnia, per ricordare a tutta la comunità in diaspora la propria identità,  il patrimonio etnico-culturale fatto di tradizioni, di valori e di una propria weltanschauung, una visione della vita che in questa celebrazione conferma e trasmette, ad alta voce col canto, alle generazioni più giovani.

.

Articoli suggeriti