La cultura arbëreshe nelle manifestazioni di “Ottobre Piovono Libri”

Scritto da redazione di Jemi il . In Varie

La cultura Arbereshe approda, grazie a Pierfranco Bruni, agli appuntamenti di "OTTOBRE PIOVONO LIBRI" del Ministero per i Beni e le Attività Culturali con due importanti iniziative che si svolgeranno in una comunità della Puglia che è stata Italo - Albanese: Carosino in provincia di Taranto, già Comunità Italo - Albanese dell'Arberia Ionica Tarantina. .
Si tratta di un riconoscimento significativo voluto da Pierfranco Bruni, uno dei maggiori esperti delle problematiche culturali legati alle presenze minoriate storiche in Italia, che si incentra attraverso la presentazione di un percorso artistico sulla storia dei colori del mondo Italo - albanese e con la illustrazione di un progetto realizzato dall'Iral (Istituto di Ricerca per l'Arte e la Letteratura) che punta l'attenzione su 'L'AVVENTURA ARBERESHE, IL MEDITERRANEO VISSUTO' (MiBAC) di Pierfranco Bruni. La cultura letteraria e quella storica costituiscono il punto centrale per una rilettura complessiva della "questione" Arbereshe all'interno del contesto Mediterraneo.

La ricerca di Bruni giunge dopo il successo che il Progetto sulle minoranze linguistiche ha ottenuto in molti Paesi Esteri compresa la Mostra sulla storia e sulla cultura Arbereshe che ha visto come proposta anche la storia di San Marzano di San Giuseppe di Taranto, e dopo i programmi della Rai dedicati, appunto, a tale eredità balcanica in Puglia, illustrata in cinque percorsi pannellari. Bruni ha permesso di intraprendere anche in sede Rai un viaggio nella storia della cultura degli Italia - Albanesi con una serie di appuntamenti.

A Strasburgo di recente Pierfranco Bruni ha permesso di discutere sulla storia Arbereshe partendo proprio da San Marzano. La ricerca di Bruni pone attenzione sui valori antropologici e sulla lingua.

Infatti si sottolinea che l' arbereshe ''non e' una lingua in estinzione. Non viene dal silenzio e non e' destinata al silenzio. Anzi, questa cultura, in un intreccio territoriale e storico, e' una cultura della ricchezza, che va riconisderata e proposta come reale patrimonio che unisce eredita' e futuro. Nel Mediterraneo i paesi frontalieri raccontando una loro eredita', senza ritualita' magica, piuttosto incrocio fecondo di Oriente e Occidente. E' una letteratuira che sa narrare esperienze di mare e di terra, segmenti bizantini e intagli di civilta' arbereshe intrise di radici religiose".

La cultra arbereshe, sottolinea Bruni, ''insiste su due parametri che restano fondamentali: il ricordare e il ritornare. Come tutte le culture cher hanno vissuto lacerazioni e diaspore, gli effetti si ascoltano nella sottolineatura di una profonda malinconia''. Si racconta di Sibari e della Magna Grecia, prima di tutto. Un mondo mai scomparso e che continua a vivere nei modelli arbereshe, dove ''le colline albanesi si intrecciano con le donne sibarite'', perche' ''il sentimento delle radici e' un codice che non si dimentica''.

Gli appuntamenti fissati sono per il 30 e 31 ottobre nella sede del Centro Studi e Ricerche "Francesco Grisi" di Carosino, (Taranto), Via Vittorio Veneto, 27 con inizio alle ore 18,30. La Puglia come riferimento e come attraversamento tra i Balcani e il Mediterraneo in una dimensione geografica ampia che tocca quelle Regioni che sono state Magna Grecia.

Блогът Click here очаквайте скоро..

Full premium Here download theme for CMS

Bookmaker Bet365.gr The best odds.

Articoli suggeriti