Appello ai presidenti Mattarella e Meta

Scritto da Giuseppe Chimisso il . In Varie

PresidentiSanDemetrioPubblichiamo il testo dell'appello ai presidenti Mattarella e Meta scritto da Giuseppe Chimisso e condiviso dalla redazione di Jemi.it. 

Salutiamo il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. Salutiamo il Presidente della Repubblica Albanese Ilir Meta.

I due Presidenti si incontrano in San Demetrio Corone, capitale culturale dell'Arbëria italiana, per il 550° anniversario della morte di Giorgio Castriota detto Skanderbeg, difensore dell'Albania e quindi dell'occidente cristiano, dall'avanzata turco-ottomana.

L'occasione è importante, non solo per la ricorrenza storica, ma per rafforzare e suggellare i legami d'amicizia tra i popoli: italiano, albanese ed arbëreshë; quest'ultimo, attore di primo piano, nel Mezzogiorno, nella lotta per l'unificazione e la costituzione dello Stato Italiano, lotta nella quale ha profuso copiose energie, intelligenze e sangue dei propri figli e nel contempo ha allevato ed alimentato, in specie nel Collegio di S. Adriano, le prime idee per l'indipendenza dell'Albania ed ha anelato alla sua liberazione dal secolare giogo ottomano.

Questa però, è un'occasione importante anche per le popolazioni arbëresh per denunciare le proprie condizioni di discriminazione; L'art. 6 della Costituzione Italiana garantisce i diritti delle minoranze, la legge 482 /'99 dovrebbe applicarli come pure la legge regionale della Calabria no 15/2003 - Tanti principi e belle parole che si scontrano con la dura realtà delle minoranze linguistiche che continuano a vivere in uno stato di 'colonie interne'. La RAI non trasmette servizi didattici ed informativi in lingua arbrisht; i nostri paesi sono dissanguati, perché i giovani debbono andare a lavorare ed arricchire territori lontani, così anche la cultura e la lingua sono penalizzate e vi è il rischio evidente di perdere un patrimonio scientifico e culturale molto importante. E' ora di rivendicare ad alta voce i diritti della minoranza arbëreshë.

PRESIDENTE MATTARELLA, PRESIDENTE META : CHI TUTELA LA MINORANZA ITALO-ALBANESE ?

Non rimanete insensibili alle richieste di tutela che Vi giungono e che ogni arbëresh ha nel suo cuore.

Da parte nostra abbiamo cominciato un lungo percorso pacifico e non violento di sensibilizzazione al fine che la legalità costituzionale non solo sia affermata, ma i suoi principi finalmente applicati per porre fine all'etnocidio culturale silente in atto.

CHIEDIAMO:

-

La costituzione della Regione storica Arbëreshë (R.S.A.), dotata di Autonomia Amministrativa. L'istituzione della ZONA FRANCA della R.S.A. (vedi V. d'Aosta) per sviluppare l'economia locale. Parità tra l'italiano e l'arbrisht nella R.S.A. ed insegnamento della lingua e cultura arbëreshë nelle scuole dell'obbligo con insegnanti di madre lingua nei comuni abitati dagli arbëresh.

La Democrazia è monca se non è accompagnata dalla Democrazia linguistica.

Questi tre punti si richiamano all'Europa preconizzata dai Padri Fondatori: una Europa dei popoli, delle comunità e delle persone, delle culture e delle loro storie, del rispetto delle differenze soggettive, culturali, etniche e linguistiche. Questa è la battaglia civile ed assieme culturale e politica che ci attende a difesa della nostra cultura e di una nuova Europa e che contribuirà a tentare di sanare la ferita odierna della realtà europea, lontana dal sentimento comune perché egemonizzata solo dalla finanza e dalle banche.

Stampato in Proprio - ottobre 2018

Associazione Skanderbeg - BO

Pershendesim Presidentin e Republikes Italiane Sergio Mattarella

Pershendesim Presidentin e Republikes Shqiptare Ilir Meta

Me rastin e 550 (PESEQIND E PESEDHJETE TE) vjetorit te vdekjes se GJERGJ KASTRIOTIT i ashuquajturi SKENDERBE' mbrojtesi i Arberise dhe i perendimit te krishtere nga avanzata turko - otomane, te dy presidentet takohen ne kryeqytetin kulturor te Arberise Italiane Shën Mitër Koronë.

Ky rast nuk eshte i rendesishem vetem si festimi i nje pervjetori historik, por per te forzuar e konsoliduar lidhjet miqesore midis popujve: atij Italian, Shqiptar dhe Arberesh ku ky i fundit vecanerisht ka qene aktor paresor ne jugun e Italise ne luften per bashkimin dhe themelimin e vete Shtetit Italian, lufte kjo qe ka kushtuar shume energji, ajken e inteligjenzes si dhe gjakun e femijeve te saj e njekohesish ka ngritur e ushqyer vecanerisht ne Kolegjin e S.Adriano idete e para te independences se Shqiperise per çlirimin nga zgjedha shekullore otomane.

Ky pervjetor eshte edhe nje okazion per popullin arberesh per te denuncuar condizionet diskriminuese ndaj tij; Artikulli 6 (gjashte) i Kushtetutes Italiane garanton te drejtat e minorancave, Ligji 482/99 (KATERQIND E TETEDHJETE E DY/NENTEDHJETE E NENTE) dhe duhet qe te aplikohet si ne ligjin rajonal te Calabrise n°15/2003 (PESEMBEDHJETE/DYMIJE E TRE)

Shume fjale te bukura ne lidhet e shkruajtura per qe perballen me realitetin e hidhur dhe te rende te minoriteteve gjuhesore qe vazhdojne te jetojne nen nje status te nje "kolonije te brendeshme". Rrjeti televiziv i RAI 3 nuk trasmeton emisione edukative dhe informative ne gjuhen arbereshe; vendet tona jane duke pesuar nje hemorragji njerezore ngaqe te rinjte shkojne per te punuar ne vende te largerta duke mundesuar keshtu nje penalizzim duke kercenuar humbjen e nje pasurije kulturore e shkencore tejet te rendesishem per arbereshet.

Ka ardhur koha qe te rivendikohen me ze te larte te drejtat e minorancave arbereshe.

PRESIDENTI MATTARELLA, PRESIDENTI META: KUSH MBRON MINORITETIN ITALO-ALBANESE?

Mos qendroni te pandjeshem per kerkesat qe ju gjykojne dhe qe cdo arberesh ka ne zemer,

Ne nga ana jone kemi filluar nje rruge te gjate dhe paqesore per sensibilizimin e problemeve ne menyre qe kushtetuta jo vetem te permendet thjesht si nje cope leter e shkruar por qe principet e shenjta te kushtetutes te aplikohen realisht per ti dhene fund nje etnivrasje kulturore qe po ndodh AKTUALISHT.

KERKOJME:

  1. Krijimin e Rajonit historik Arberesh (R.S.A.), e paisur me Autonomi Administrative. 2. Krijimin e nje ZONE FRANKE te R.S.A. (tipo V.d'Aosta) per shvillimin e nje ekonomije lokale. 3. Trajtimin e baraberte midis gjuhes Italiane dhe Arbereshe ne R.S.A. si edhe mesimin e gjuhes

dhe culture Arberesh ne shkollat e detyruara me mesues ne gjuhen amtare (arberesh) ne komunat arbereshe

Demokrazia eshte sakate nese nuk shoqerohet nga demokrazia gjuhesore.

Keto tre pika bazohen ne europen e themeluar nga baballaret e themelimit te saj: Nje europe te popujve, te komunitetit te personave, te kulturave dhe historise se tyre, ne respektimin e diferenzave subjektive, kulturore, etnike dhe gjuhesore. Kjo eshte njekosisht nje beteje civile, kulturore, politike ne mbrojtjen e cultures tone ne nje Europe te re per te kontribuar e tentuar ne sherimin e nje realiteti te sotem europian larg nga ndjenjat e perbashkta sepse eshte hegjemonizuar nga finanza edhe nga bankat.

S.I.P. - tetor 2018

SHoqata Skënderbeu - BO

Блогът Click here очаквайте скоро..

Full premium Here download theme for CMS

Bookmaker Bet365.gr The best odds.