Laboratorio teatrale in lingua “arbëreshe” per la valorizzazione di una cultura minoritaria

Scritto da Flavia D'Agostino il . In Civita - Çifti

labteatrale.jpgUna cultura affinché sia tramandata ha bisogno di affondare le sue radici nel passato e per questo è necessario che tutti gli elementi peculiari siano rivitalizzanti e organizzati,ma soprattutto la lingua che costituisce l'elemento portante di questa diversità,deve continuare a costituire la linfa che anima tale specificità.
.

Nuove icone a Civita

Scritto da redazione di Jemi il . In Civita - Çifti

zotiTrupo-e-le-nuoveicone2.jpg La chiesa di Santa Maria Assunta di Civita si arricchisce di quattro nuove icone del maestro iconografo Alfonso Caccese, già autore (nel 1991) dell'iconostasi della stessa chiesa. Le immagini sacre, volute dall'arciprete papàs Antonio Trupo, raffigurano i santi medici Cosma e Damiano, i santi vescovi Basilio e Nicola, i santi monaci calabresi Nilo da Rossano e Francesco da Paola e i santi Giorgio e  Demetrio,  soldati difensori della fede. Le icone verranno poste nella navata centrale della chiesa, in corrispondenza di finti finestroni ora disadorni.
.

Zëmi buten 2008

Scritto da Flavia D'Agostino il . In Civita - Çifti

bottiAnche quest’anno la Pro-loco di Civita organizza per lunedi 8 dicembre una serata per degustare il vino nuovo. Questa iniziativa volta a valorizzare l’antica usanza non solo civitese, dell’apertura delle botti il giorno dell’Immacolata, è giunta alla sua IV edizione, grazie all’iniziativa proposta dal giovane presidente dott. Antoluca De Salvo che, insieme ai soci della Pro-loco, con passione ed entusiasmo, porta avanti questa manifestazione. Un tempo si festeggiava il vino nuovo dal giorno dell’Immacolata (detta anche Shën Mëria Butes Madonna della Botte) fino a Santa Lucia.
.

Articoli suggeriti