"Il ritorno al passato è il nostro presente"

Scritto da Pietro Di Marco il . In Mezzojuso

Locandina Cari concittadini e concittadine,

una concezione nuova di valorizzare per far conoscere il Comune di Mezzojuso, partendo dalla sua identità Arbereshe, è proporre con una programmazione video televisiva, momenti storici e culturali; il linguaggio tramandato e conservato dagli anziani e trasmesso fino a noi, le tradizioni e le feste, le ricette che da sempre hanno caratterizzato la nostra comunità così ricca di valori, di religiosità e cultura.
.

Nuovo parroco a Mezzojuso

Scritto da Pietro Di Marco il . In Mezzojuso

Domenica 20 aprile 2008, nella chiesa di San Nicolò di Mira, S. E. Mons. Sotìr Ferrara presenterà alla Comunità il nuovo Parroco, l’Archimandrita Papàs Marco Sirchia. L’occasione sarà allietata dalla ricorrenza del 25° Anniversario della Sua Ordinazione Sacerdotale. Il corteo di accoglienza muoverà dalla chiesa del SS. Crocifisso alle ore 10,30.
La cittadinanza tutta è invitata alla cerimonia di insediamento.
La Comunità Parrocchiale .

Pasqua arbëreshe 2008 a Mezzojuso

Scritto da Rosario Carnesi il . In Mezzojuso

La presenza degli Albanesi in Sicilia risale alla fine del secolo XV, cioè all'invasione turca della penisola Balcanica, che provocò la prima grande diaspora albanese nel mondo.

Da oltre cinquecento anni Mezzojuso conserva con grande cura, interesse e attenzione le tradizioni e il rito Greco- Bizantino.

.

Il complesso bandistico di Mezzojuso per i sessant’anni dell’Ars

Scritto da Maria Vacanti il . In Mezzojuso

Saranno tre i concerti di musica e canti sacri bizantini degli Albanesi di Sicilia eseguiti dal complesso bandistico “Giuseppe Verdi” di Mezzojuso (Palermo), diretto da Salvatore Di Grigoli, che riempiranno di note gli edifici sacri della provincia di Palermo per festeggiare i sessant’anni dell’Ars. I brani delle liturgie e paraliturgie pasquali e natalizie tramandati in antica lingua greca e albanese nelle tradizioni di rito bizantino e rielaborati per banda e voci liriche dal maestro Di Grigoli, saranno proposti dai 60 strumentisti del complesso e dal soprano Elisabetta Giammanco insieme con il mezzosoprano Rita Bua. Prima di ogni concerto l’excursus storico e antropologico di Girolamo Garofalo, etnomusicologo dell’università di Palermo, permetterà al pubblico di capire e apprezzare meglio le opere proposte.
.

Articoli suggeriti