Lottare uniti per evitare l’estinzione

Scritto da Luigi Boccia il . In Salvaguardia

Qual è lo stato di salute della nostra lingua arbëreshe? Il primo vero dramma è che nessuno è in grado di dare una risposta documentata a questa domanda poiché non esiste alcuno studio socio-linguistico specifico sulla nostra minoranza. Tuttavia, pur mancando dati attendibili, non è difficile avvertire il rischio di estinzione dell'arbëreshë. È evidente, infatti, che il numero di locutori, pur non essendo stato mai censito, è molto basso e in continua diminuzione mentre l'età media è in costante aumento.
.

Io parlo arbëresh

il . In Salvaguardia

Jemi.it lancia l'iniziativa "Io parlo arbëresh" attraverso cui intendiamo sensibilizzare i nostri lettori e tutta l'Arberia all'uso attivo della nostra lingua. Per conservarela in modo vitale il primo passo è che questa venga parlata correntemente da un popolo, a partire dai bambini. Troppo spesso, invece, accade che in famiglie arbëreshë i piccoli parlino italiano e si limitino solo a capire la lingua dei genitori. Questo processo ha avuto negli ultimi anni una forte accelerazione che renderà più veloce di quanto ci si possa immaginare la scomparsa dell'arbëresh. L'insegnamento della lingua è certamente importante ma ci permettiamo di dire che prima di tutto occorre rafforzare e, in alcuni casi, ripristinare, il meccanismo principale attraverso il quale la nostra lingua si è tramandata per cinque secoli: l'apprendimento familiare.

.

Articoli suggeriti