La Festa - Il Santo

Scritto da Francesco Godino il . In Santa Sofia d'Epiro - Shën Sofia

athanasius.jpgNel mese di maggio ricorre solenne, con cadenza annuale nella mia comunità, la festività maggiore che la riguarda, dedicata ad una delle figure più eminenti della Chiesa universale: Sant’Atanasio, Patriarca della gloriosa Alessandria d’Egitto, Colonna della Chiesa, definito dalla patrologia “il Grande”. San Girolamo disse di lui: il mondo man mano stava abbracciando la cattiva dottrina di Ario, ma lo stesso mondo, in quel tempo, conobbe il glorioso Atanasio, la pienezza della sapienza ispirata da Dio, e Ario ed i suoi seguaci  furono  travolti…
.

Ci riempiono di gioia “gas na siell” il nostro Santo “avukati ynë”, la nostra comunità e la nostra festa. E’ un’armonia generale di colori, preghiere e profumi che si elevano in aria, come ogni sera s’innalza la piccola mongolfiera policroma “paluni” che con essa, trasporta negli altissimi cieli tutta la forza di questa gente, la fatica ed il lavoro quotidiano, la grande fede. Gli occhi poi si riempiono di lacrime quando in quel lancio e con quella mongolfiera si ricorda un nostro caro amico di recente passato a miglior vita, Pasquale Curti il buono, uomo infinitamente generoso, un ottimo esempio di vita per tutti noi. Grazie.

La preparazione della festa, quest’anno è stata ancor più arricchita dalle splendide omelie di un dinamico papàs arbëresh, zoti Pietro Lanza da Firmo, rettore del Seminario maggiore dell’Eparchia di Lungro e parroco degli arbëreshë della Città di Cosenza, che per tutte le serate delle novene, nel vespro della proeòrtia e nel giorno della festa, ha dissetato con le sue spirituali e abili doti oratorie, una comunità, dei  fedeli che da tempo avevano molta sete. Grazie.

100_1148.jpgUn  ringraziamento va anche a  papàs Raffaele De Angelis, giovane sacerdote firmozjòto pieno d’entusiasmo che ha predicato nella nostra chiesa, alternandosi con zoti Pjeter. Grazie. 

Nonostante le condizioni generali meteorologiche facessero presagire un imminente acquazzone, sia il 1 che il 2 maggio, tutto è andato per il meglio. La vigilia si è svolta la consueta fiaccolata serale fino alla kona, dopo il Grande Vespro; la mattinata del 2 invece, la processione dopo la Solenne Divina Liturgia, ha ripercorso lo stesso tragitto della sera precedente. Nel pomeriggio però la pioggia è arrivata, seppur leggera, ed ha impedito lo svolgimento dei giochi tradizionali “karrelëzit”. Pazienza, recupereremo il 9 ed il 10 maggio, per l’ottavario di Sant’Atanasio. Siete tutti invitati, soprattutto domenica 10 pomeriggio, quando si terrà la 49ma edizione della manifestazione culturale-folcloristica “La Primavera degli Italo-Albanesi”, festa di canti e danze delle comunità albanofone d’Italia.
Qofëshit t’mirëpriturit Shën Sofì – Siate i benvenuti a Santa Sofia d’Epiro…  

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Блогът Click here очаквайте скоро..

Full premium Here download theme for CMS

Bookmaker Bet365.gr The best odds.