Alberto Straticò (1860 - 1925)

Scritto da a cura di Alfredo Frega+ de residuo F.sco Damis il . In Lungro - Ungra

pedagogia-ed-istruzioneBiografia - Nacque a Lungro nel 1860. Sin da giovane seguì la famiglia che si trasferì a Roma per ragioni di lavoro. Fu ispettore scolastico, Circ. di  Patti, in Sicilia ed in seguito ricoprì l'importante incarico di direttore generale delle scuole a Roma.

.

Francesco Santojanni

Scritto da Gennaro Bellizzi il . In Lungro - Ungra

Francesco SantojanniNacque a Lungro nel 1860. Emigrò in Argentina dove sposò una ricca ereditiera di origini scozzesi, Urbana Sañez. Alla sua morte, avvenuta nel 1935, non avendo eredi, distribuì le sue immense fortune in beneficenza, istituendo una rendita in danaro in favore del Comune di Lungro, una lotteria popolare per assicurare la dote alle giovani fanciulle della sua comunità d' origine e la costruzione dell'asilo comunale.

.

Idee e valori di Camillo Vaccaro,un Maestro lungrese vissuto tra Ottocento e Novecento

Scritto da Antonio Sassone il . In Lungro - Ungra

Questa raccolta di scritti di Camillo Vaccaro (1864-1955) curata da Silvio Martino e sollecitata da alcuni ex alunni, esponenti di quelle numerose generazioni che lo ebbero Maestro, vuole essere una testimonianza di affetto e di gratitudine verso l’educatore, ma è anche un documento storicamente interessante delle insospettabili diramazioni di una cultura positivista, presente, in tono minore, nella Calabria degli inizi del Novecento. .

Salvatore Cortese un antifascista arbëresh di Lungro

Scritto da nicola bavasso il . In Lungro - Ungra

Con "Salvatore Cortese un antifascista arbëresh di Lungro", pubblicato per i tipi della Masino Editore di Lungro (Collana gli uomini e la storia), con il patrocinio dell'Amministrazione Provinciale e dell'I.C.S.A.I.C. (Istituto Calabrese per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia Contemporanea) di Cosenza, Domenico Cortese, insegnante e studioso di uomini e vicende arbëreshe, non ha solo scritto un'avvincente storia densa di vicende umane e politiche ma ha ricostruito i tratti biografici di una figura di spicco dell'antifascismo calabrese che con la propria azione quotidiana di lotta in difesa della dignità umana di ogni individuo e di  ricerca continua della libertà, si colloca alla stregua dei maggiori esponenti del movimento antifascista nazionale. 
.

Angelo Pugliese: un brigante di Lungro

Scritto da Emilio Veteri il . In Lungro - Ungra

pugliese Il brigante Angelo Pugliese, nato a Lungro, era noto come don Peppino il Lombardo, ed è universalmente considerato il capostipite e vero cavallo di razza del grande brigantaggio post-unitario. Era un pastore che s’era fatto bandito e che, condannato all’ergastolo, era stato tradotto all’isola di Santo Stefano, dove aveva avuto come compagni Silvio Spaventa e Luigi Settembrini. Fuggito dall’Arsenale di Palermo dove era stato trasferito, costituì una banda arruolando briganti come Filippo Magnafridda, Masi, Lo Cicero, Valvo, Salpietra e Randazzo, tutti nomi che, assai presto, sarebbero stati sulla bocca di tutti.
.

Articoli suggeriti