Giorgio Castriota Skanderbeg tra storia e mito

Scritto da Gabriele Campagnano Zweilawyer il . In non legati ad un particolare paese

skanderbegLa parrocchia greca di Cosenza dell'Eparchia di Lungro e, in particolare, il parroco protopresbitero Pietro Lanza, stanno ricordando nel corso di questa settimana l'eroe albanese Giorgio Kastriota Skanderbeg a 550 anni dalla sua morte. Oltre ai vari eventi segnalati sul calendario di Jemi.it, è stata diffusa anche una monografia contenuta nel volume I Padroni dell’Acciaio, scritta da Gabriele Campagnano Zweilawyer e illustrata da Francesco Saverio Ferrara.

Il Padre di tutti, l’Amico di sempre

Scritto da Lucio Franco Masci il . In Santa Sofia d'Epiro - Shën Sofia

Immagine Zoti I  Madh Seppia“Ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi,
altri che lottano un anno e sono più bravi,
ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi,
però ci sono quelli che lottano tutta la vita:
essi sono gli indispensabili”.
                                                                    Bertolt Brecht
Il tempo scorre inesorabilmente, i modi di vita cambiano sempre più rapidamente, poche cose permangono, così come i sentimenti, forse perché sanno di eternità. E il “sentimento del ricordo”, anche se in modo diverso da individuo a individuo, vive sempre in ognuno.

Spigolature storico-biografiche del siculo-arbëresh Francesco Crispi nel 195° anniversario della nascita

Scritto da Tiberio Occhionero il . In Piana degli Albanesi - Hora e Arbëreshëvet

Francesco-Crispi-1818-1901Nacque a Ribera (Agrigento) il 4 ottobre 1818, compì i primi studi nel seminario greco-albanese di Palermo, e si laureò in Giurisprudenza nel 1837. L’anno dopo sposò Rosa D’Angelo che morì nel 1840. Nel 1839, Francesco Crispi (1) aveva fondato e diresse poi per tre anni, il giornale “L’ORETEO”. Nel 1844 si presentò a un concorso per la magistratura, riuscendo primo, ma in seguito rinunciò per esercitare l’avvocatura a Napoli. Intanto si occupava di politica, svolgendo idee e propaganda liberali.

Terenzio Tocci: un arbëresh e i Balcani

Scritto da Francesco Fabbricatore il . In San Cosmo Albanese - Strigari

terenziotocci.jpgStudioso, editorialista, politico, con una grande attenzione per i Balcani. E' la figura di Terenzio Tocci. Nato ia San Cosmo Albanese a cavallo tra '800 e '900 contribuì alle relazioni tra Italia e sud est Europa, in particolare con l'Albania. Pubblichiamo due capitoli sulla sua figura tratti da una pubblicazione a cura del Prof. Francesco Fabbricatore.
.

Alberto Straticò (1860 - 1925)

Scritto da a cura di Alfredo Frega+ de residuo F.sco Damis il . In Lungro - Ungra

pedagogia-ed-istruzioneBiografia - Nacque a Lungro nel 1860. Sin da giovane seguì la famiglia che si trasferì a Roma per ragioni di lavoro. Fu ispettore scolastico, Circ. di  Patti, in Sicilia ed in seguito ricoprì l'importante incarico di direttore generale delle scuole a Roma.

.

Profilo di Gennaro Cassiani

Scritto da Micol Bruni il . In Spezzano Albanese - Spixana

gennaro_cassiani.jpgUn costituzionalista che ha segnato un percorso importante nella storia della tutela degli Arbëreshe è stato certamente Gennaro Cassiani. Una figura di primo piano nella rilettura storica e politica di quel Regno di Napoli che ha rappresentato non solo un modello di civiltà ma soprattutto un riferimento per quei legami tra il Mediterraneo e l’Adriatico.
.

Giovanni Crisostomo Bugliari: uno sfortunato intellettuale oramai dimenticato

Scritto da Francesco Godino il . In Santa Sofia d'Epiro - Shën Sofia

crisostomo_bugliari.jpgRicorrendo il 90 anniversario della sua scomparsa, colgo l’occasione per presentare alcune brevi notizie biografiche sull’autore e la bellissima elegia da lui composta e dedicata al cugino Atanasio Miracco, morto nella prima guerra mondiale, con la speranza che anche coloro che non lo hanno mai conosciuto, ne possano apprezzare il suo spirito invitto e la grande poesia contenuta in questi versi.
.

Articoli suggeriti