Lettera del Prof. F. Altimari

Scritto da Francesco Altimari il . In Arberia e dintorni

Egregio ing.Boccia,

    in ossequio al rispetto massimo che ho per le opinioni di tutti, non mi sono mai sognato di disturbarLa prima di oggi, anche quando in coerenza con la Sua faziosa linea ideologica, ha volentieri non informato o disinformato i Suoi lettori sull’attività della cattedra universitaria di albanologia che ho l’onore di dirigere e non ha disdegnato neppure di ospitare nel Suo contenitore informativo, anche diffamazioni gratuite nei miei confronti, senza farsene poi tanti scrupoli. Ora, però, vedo questa non certo esaltante linea editoriale, improntata alla Sua faziosità e partigianeria, degrada in una bassa e orchestrata campagna di disinformazione e di denigrazione che La porta ad avventurarsi in sentieri forse un po’ a rischio per le Sue pretese verità.....giornalistiche.
.

Ato tekste i shkruajta une!

Scritto da Gianni Belluscio il . In Arberia e dintorni

Të dashur Arbëreshë të Comunità Montana Italoarbëreshe del Pollino,

         kam lexuar në një revistë arbëreshe “me drejtim familiar”, dhe tani në faqen web e portalit Jemi, disa shënime rreth teksteve që janë botuar në projektin “Valorizzazione e promozione del territorio dei comuni di etnia albanese” dhe bëhen vlerësime rreth disa çështjeve nga ana e disa njerëzve që merren me Albanologjinë vetëm si “hobby e të së dielës”.
.

Considerazioni a margine dei recenti avvenimenti di Contessa Entellina

Scritto da D. Cuccia et al. il . In Contessa Entellina - Kundisa

La gravità delle recenti vicende e dispute religiose, verificatesi in Contessa Entellina, ha indotto i sottoscrittori, appartenenti alla comunità arbëreshe di Sicilia, a prendere posizione proponendo alcune pubbliche riflessioni. È universalmente noto il ruolo svolto nel corso dei secoli dal clero bizantino-greco per la salvaguardia della identità culturale e religiosa degli italoalbanesi (arbëreshë) e l’erezione della Diocesi di Piana degli Albanesi ne è stata, da parte della Chiesa cattolica, il riconoscimento istituzionale più importante.
L’Eparchia, nelle comunità arbëreshe (Contessa Entellina, Mezzojuso, Palazzo Adriano, Piana degli Albanesi e Santa Cristina Gela) è stata chiamata ad esercitare la giurisdizione religiosa per i cattolici di entrambi i riti (il bizantino greco e il romano). Tale diversità rituale, come ognuno può e deve comprendere è un elemento di ricchezza culturale e costituisce ormai una delle peculiarità di quelle comunità.
.